Cascina Gervasoni

“Vivere il territorio per migliorarlo…”

TORNA al Portale
MaxArchetti.it


I BioProdotti
dell'Azienda Agricola
SMIELATURA

"Cascina Gervasoni: come esser dei nostri?"
Alla Cascina Gervasoni si può arrivare come esterni venendo ad acquistare i nostri prodotti nello spaccio in Azienda Agricola oppure ancora come clienti in Agriturismo per un pranzo, una cena, una festa, in soggiotno, in Fattoria Sociale o durante una visita didattica.

Alcuni clienti che si sentono affini ai principi ed ai modi di Cascina Gervasoni decidono di diventare soci ed aderire ad una delle due associazioni che fanno parte dell'Ecovillaggio, i soci così partecipano alle iniziative in Agriturismo a tariffe convenzionate.

Inoltre alcuni soci diventano volontari V.E.R.I. e collaborano nella attività in Cascina ricevendo ospitalità in Agriturismo.

Ed infine alcuni dei soci volontari che meglio interiorizzzano lo spirito di Cascina Gervasoni entrano a far parte come Membri del Clan del Tasso e partecipano liberamente a tutte le iniziative promosse da Cascina Gervasoni scambiando energia tramite l'economia del Dono.

Max, residente in Cascina.
"Cascina Gervasoni: cosa è?"
La Cascina si trova a San Gallo (San Giovanni Bianco-Val Brembana) in Località Foppe.
Cascina Gervasoni è prima di tutto un’azienda agricola biologica,
che ospita un piccolo agriturismo famigliare di montagna, molto rurale,con cucina casalinga vega-vegetariana,
due camere per alloggio e attività didattiche e di relax in Natura.
La Fattoria Sociale fà parte di un Ecovillaggio in costruzione di cui è il campo-base.
La nostra realtà è di ispirazione celtica e in forte relazione con Madre Terra e nel pieno rispetto della Natura.
L'Az.Agricola è certificata Bio da ICEA ed ha un piccolo laboratorio interno di trasformazione dei prodotti agricoli propri.
La forte attenzione all'ecosostenibilità fà si che tutte le nostre pratiche siano in Permacultura, creando un luogo di Pace e Cura sempre attivo come un Cantiere Biologico interattivo.

Ideatore, titolare ed unico gestore è Max Archetti.
"Cascina Gervasoni: come nasce?"
La fattoria didattico-sociale, l'agriturismo e l'ecovillaggio, sono condotti sin dal 2000 da Max Archetti suo unico abitante.
Cascina Gervasoni è in rete con alcuni GAS locali e con associazioni sportive ed ecologiste territoriali, promuove attività di scambio-esperienze ed una sorta di banca del tempo.
Dal 2010 è attivo il Progetto dell’ecovillaggio in un percorso di crescita sia personale che collettiva.
La didattica è impostata attraverso un Centro di Etica ed Educazione Ambientale, rivolto a bambini, ragazzi ed adulti.
Mentre le attività sociali sono curate dal CEELTI (Centro di Etica ed Educazione per il la libertà e il Lavoro sulla Terra e l’Individuo), che si occupa di curare la spiritualità e la salute del luogo, attraverso le arti olistiche di matrice orientale e celtica.
Dal 2011 si è aperto il restauro e il recupero in bioedilizia degli edifici presenti nella proprietà.
In Cascina Gervasoni da sempre viene attribuita molta importanza alla cucina, sia tradizionale, con alimentazione vegetariana, vegana, celiaca o comunque rispettosa delle intolleranze, la cucina è rifornita esclusivamente di prodotti biologici del proprio orto o di provenienza locale, a chilometri zero o nostrana;
con la stessa cura vengono tenuti alcuni animali, in particolar modo gli asini, con cui Max ha applicato il metodo di doma dolce ispirato a Pat-Parelli.
L'agricoltura è naturale, qui il metodo Fukuoka, la permacultura, l’agricoltura sinergica e biodinamica si fondono e sono praticate per la progettazione dell’orto e del frutteto, dell’allevamento degli animali, della manutenzione boschiva e della coltivazione di tutte le aree circostanti.
La struttura aderisce alla R.I.V.E.: Rete Italiana Villaggi Ecologici.
Sara e Max

Always work in progress...
Aderente alla rete